Tempesta di Giorgione

Circa 25 anni fa: un amico, una panchina, il primo vero freddo, la luce di un vetusto lampione, discorsi sul futuro, dietro ai quali si nascondeva la mia provvidenziale incoscienza… in tasca una cioccolata, comprata poco prima in un caffè che oggi non c’è più. – Che ti fa di sapere che non prenderai la patente? – mi diceva – Non sei preoccupato? – Non avevo risposta da dare: non m’importava davvero della patente… e quella sera, né io, né lui potevamo sapere che il nostro viaggio più bello lo avremmo fatto in treno! Ecco, sono cresciuto così: cercando alternative, …

Leggi

Nel mio studio…

Ilaria e Martino – Olio su tela, Giuseppe Piattoni

Non è la mia postazione di lavoro ideale, ma è quella che preferisco!

Altro che audio professionale… Microfono Yeti… telo verde, luci ecc. La mia postazione di lavoro preferita è questa: la nostra camera da letto, mentre il piccolo fa la sua siesta. La quiete che si respira sintonizza il mio cuore… Il suo respiro è l’unico contatto con il tempo…

Vecchi dischi

Oggi ero da mamma, come quasi ogni domenica. Mentre mia figlia giocava, ho aperto alcuni raccoglitori dove anni fa conservavo gelosamente i miei CD. Vasco? Giovanotti, Ligabue…? Direi porprio di no ;p Tra le bustine scorrevano album di De Andrè, Nomadi, Guccini, Bennato, Gaber… poi Lennon, Ferré e tanti altri… ma prima di tutti lui: il grande poeta Georges Brassens, a cui avevo dedicato un raccoglitore a parte… Cantautori che insieme ad altri poeti hanno contribuito a forgiare il pensiero di un adolescente irrequieto e “sempre arrabbiato con il mondo”. Sfogliando quelle pagine, toccando la carta e sentendo il profumo …

Leggi

La tartaruga bianca

Storie per bambini? Ne conosco a memoria poco più di venti: troppo poche per una figlia che prima di dormire, mi chiede di raccontarne una diversa… ma la notte – si sa – è amica della fantasia e della creatività… e dunque, quando c’è il buio interno a te, gli occhi chiusi ed un abbraccio che profuma di capelli di bambina, non è difficile immaginare un mondo pieno di colori. Così, di queste storie inventate, ho deciso di scriverne alcune… e allora, eccone una! Tutte le altre andranno, giorno per giorno, ad arricchire la raccolta che ho chiamato appunto Colori, presente su Whatpad.

Infinito

I tesori preziosi, anche quelli che abbiamo dentro, non sono sempre facili da capire e da trovare… Quando sarai più grande, queste parole, forse, ti aiuteranno a trovarlo.