Notte senza tempo

Ore 3:50 circa. In questa notte senza tempo, ho terminato un altro libro, percorrendo chilometri per le vie del Centro Storico: “Le nuvole per terra” di Nadia Terranova, alternando l’ascolto del testo alle chitarre di Jewel Kilcher e Alanis Morissette. Ogni strada, ogni angolo, ogni vicolo, ogni ponte si intreccia con le storie di Rebbi, …

Leggi tuttoNotte senza tempo

Il mongolo

Avrò ascoltato questa canzone almeno cento volte: in macchina con mio padre, a casa, in giro… senza mai riuscire veramente a comprenderne il significato.

L’ho riascoltata ieri: era in mezzo ad una random playlist che avevo messo mentre passavo l’aspirapolvere.

Un anno di insegnamento, trascorso in mezzo ai ragazzi, ha reso tutto molto chiaro! Invito i colleghi prof ad ascoltarla, almeno una volta, prima di prendere parte a corsi super specializzati sulla gestione della classe e sul rapporto con gli alunni.

Alanis Morissette

#Cingoli: summer 1996. 500Lire, a Jukebox and many friends. It was love at first listening. You are more than amazing: you’re pure art and poetry! Your music just goes straight to my soul. so jelly of your talent and so greatful you share your gift with the world. Thank you Alanis Morissette for being creativly lovely 

Io e il Vangelo

Oramai sono cresciuto: non credo più nell’esistenza di Dio, ma sono GRATO ai sacerdoti e ai catechisti che ho incontrato durante il mio cammino per avermi trasmesso valori di umanità e rispetto verso il prossimo, senza distinzione alcuna.

Facciamo finta

– Babbo, babbo… giochiamo con la palla?
– No! – rispondo io – in casa non possiamo giocare con la palla; è troppo grande e va a finire che rompiamo qualcosa…
– Ma io voglio giocare con la palla!
– No Ilaria! Questa palla è troppo grande… non va bene per dentro casa.
… qualche secondo di silenzio…
– Babbo!
– Eh
– Mi è venuta un’idea!
– Che idea?
– Facciamo finta noi che la palla era piccola piccola piccola? Così possiamo giocarci a casa e non si rompe niente!