Cerca
Close this search box.

Condividi:

Come preparo ed organizzo le mie lezioni di Storia per la classe

Una premessa è doverosa: con questo articolo, non ho certo la pretesa di insegnare ai miei colleghi o a chi che sia, anche perché fin qui sono giunto dopo innumerevoli errori. Sarò semplicemente fedele al titolo: come preparo le mie lezioni di Storia.

Scansione temporale della lezione ordinaria

Prima di passare ai contenuti della lezione ed agli aspetti cognitivi delle risorse didattiche, mi preme offrire una panoramica sulle varie fasi in cui suddivido la lezione che – come ovvio – non può esse tutta occupata dalla spiegazione o dall’attività didattica più in generale. C’è da dire anzitutto che le unità orarie dell’istituto in cui lavoro hanno una durata di 50 minuti; pertanto non potrò far altro che basarmi su questo tempo.

Ecco dunque come suddivido i 50 minuti della mia presenza in aula:

Adempimenti burocratici:
10 minuti

Verifica delle
attività svolte
15 minuti

Lezione
frontale
20 minuti

Ass.
attività
5 minuti

Ecco illustrata ogni fase nel dettaglio:

Adempimenti burocratici

Gli adempimenti includono mansioni ovvie, come cambio di aula, compilazione del registro ecc.; tuttavia, utilizzo questo tempo anche per valutare le attività svolte; in questo caso, scambio qualche minuto con la fase successiva.

Quasi sempre resta del tempo che utilizzo per fare un po’ di conversazione coi ragazzi, ma soprattutto, questi 10 minuti sono utili a loro per prendersi una piccola pausa distensiva, necessaria per:

  • Rielaborare le informazioni della lezione precedente.
  • Consentire il riposo mentale e prevenire l’affaticamento.
  • Migliorare l’attenzione.
  • Riduzione dello stress.

Ovviamente, con chi non fa buon uso di questo tempo, passo direttamente alla fase successiva.

Verifica delle attività svolte

Dedico questo tempo alla verifica delle attività assegnate nell’ultima fase della lezione precedente. Come si vedrà nei paragrafi successivi, possono consistere in:

  • Analisi e commento di fonti primarie o secondarie, mirati allo sviluppo del pensiero storico.
  • Quesiti a risposta aperta, mirati a rinforzare i concetti appresi e sviluppare il pensiero critico.

In genere chiamo a riferire uno o due alunni ad ogni lezione, secondo i seguenti criteri:

  • Rotazione.
  • Risultato delle attività precedenti.
  • Eventuale necessità di dedicare parte di questo tempo a chiarire aspetti trattati nella lezione precedente.

I risultati di queste attività, uniti all’impegno nello studio, contribuiscono alla formulazione del giudizio finale.

Lezione frontale

Si tratta della metodologia didattiche che prediligo.

Leggi il mio articolo sulla lezione frontale: Un’antica arte per l’istruzione del domani.

Assegnazione attività

Dedico questo tempo ad illustrare le modalità di svolgimento delle attività assegnate che in genere vengono già introdotte durante la lezione frontale.

Se qualcosa va storto?

Le ragioni possono essere molteplici (interne o esterne alla classe): in questo caso, per me, la regola è una ed inviolabile: Ripetere la lezione ex novo durante l’incontro successivo. Non spezzo mai lezioni a metà.

Organizzazione delle risorse didattiche

Nel mio approccio alla didattica, dò la massima importanza all’organizzazione e alla struttura delle unità di apprendimento, per garantire un flusso d’insegnamento logico, coerente e facilmente assimilabile dagli alunni. Ho sperimentato – commettendo anche degli errori in tal senso – che una struttura ben definita facilita la comprensione, permettendo agli studenti di collegare facilmente le informazioni tra di loro e di costruire un quadro di apprendimento complesso e robusto. Sviluppo su 3 livelli la mia offerta formativa:

Livello 1: Unità Didattica di Apprendimento

L’UDA funziona come una cornice che racchiude vari argomenti correlati, fornendo un contesto e un senso di direzione per l’intero processo di apprendimento.

Livello 2: Argomento

L’UDA si compone di argomenti, con continuo riferimenti al quadro generale. Questa suddivisione aiuta gli studenti a comprendere come le parti si incastrino nel tutto, contribuendo la comprensione globale.

Livello 3: Lezione

Gli argomenti si compongono di lezioni. Queste sono la minima unità di insegnamento, progettate per essere erogate in circa 20 minuti. Questo limite di tempo è intenzionale, dato che diversi studi hanno dimostrato che la capacità di concentrazione degli studenti tende a diminuire dopo questo lasso di tempo. Strutturando le lezioni in questo modo, posso assicurarmi che ogni lezione sia compatta e densa di informazioni, ma allo stesso tempo sufficientemente breve da mantenere alta l’attenzione degli studenti.

Esempio:

UDA: Il Pieno Medioevo

Il Pieno Medioevo fu un periodo di significativi cambiamenti politici, economici e sociali in Europa. Questa UDA includerebbe una panoramica generale di questi cambiamenti e degli eventi chiave.

Argomento: Federico II: la cultura, il diritto e l’Impero

All’interno dell’UDA del Pieno Medioevo, un argomento potrebbe riguardare Federico II per esplorare il ruolo di dello Stupor Mundi come mecenate delle arti, legislatore rivoluzionario e sovrano del Sacro Romano Impero e del Regno di Sicilia. Durante le lezioni potrebbero essere approfondite tematiche come l’incidenza del suo regno sulla cultura medievale, la promulgazione delle Costituzioni di Melfi e le sue politiche imperiali. L’unità si potrebbe chiudere con una riflessione sull’importante eredità lasciata da Federico II.

Lezione: Le Costituzioni di Melfi

Una lezione, all’interno di questo argomento, potrebbe essere dedicata alle Costituzioni di Melfi, un codice legislativo promulgato da Federico II. In questa lezione si potrebbe analizzare il contesto storico della sua promulgazione, la struttura e il contenuto, sottolineando l’importanza delle leggi per la centralizzazione del potere. Come attività, si potrebbero analizzare e commentare alcuni articoli significativi e riflettere su come Federico II intendesse, in un certo senso, porre la legge addirittura al di sopra di sé stesso, in un universo sociale e politici in cui si dibatteva su chi – tra papa e imperatore – fosse il più importante.

Redazione delle risorse didattiche

Le risorse didattiche sono redatte secondo lo schema appena descritto, così da avere un unico file per ciascun argomento, suddiviso in lezioni. L’insieme dei file, ovvero, degli argomenti, andranno di volta in volta a comporre le UDA con la dovuta e necessaria flessibilità. In altre parole, realizzo e propongo una presentazione per ciascun argomento e non una presentazione per ciascuna lezione.

Ogni presentazione è così strutturata:

  • Parte generale.
    • Copertina: recante il titolo dell’argomento e un sottotitolo d’effetto che ne introduca le peculiarità.
    • Panoramica sull’argomento: consiste in una pagina dove sono elencate tutte le lezioni, inclusa una brevissima descrizione. Facendo click su ogni singola lezione è possibile navigare il contenuto della presentazione. Questa slide servirà per introdurre l’argomento ed effettuare una panoramica in modo che l’alunno abbia una visione d’insieme, per poterlo meglio comprendere.
    • Linea temporale dell’argomento: una linea temporale che collochi nel tempo i principali eventi; servirà da rinforzo alla spiegazione precedente.
  • Loop delle lezioni:
    • Titolo della lezione.
    • Contenuto della lezione (approfondito nei paragrafi che seguono).
    • Fonti.
    • Attività.

Il template

Per le mie presentazioni ho definito un template, con estrema precisione che mi consente di ottimizzare i tempi di redazione, concentrandomi solo sul contenuto della lezione. Il template consente anche agli studenti di familiarizzare con le risorse, rendendo più immediato l’orientamento, la ricerca di informazioni e la consultazione. Ecco dunque le slides del mio template:

Copertina

1. Copertina

Lo spazio di sinistra è stato pensato per collocare un’immagine significativa dell’argomento, mentre a destra sono riportati nell’ordine:

  • immagine significativa delle lezione,
  • titolo,
  • sottotitolo.

Panoramica delle lezioni

2. Panoramica delle lezioni

Ogni voce si compone dei seguenti elementi:

  • immagine significativa delle lezione,
  • titolo,
  • sottotitolo.

Ogni blocco è collegata, tramite un link, alla slide iniziale della relativa lezione.

Linea temporale

3. Linea temporale

Supporta singole date e periodi delimitati da 2 date.

La casella di testo contiene semplicemente il titolo dell’evento che verrà brevemente argomentato.

Titolo della lezione

4. Titolo della lezione

Il titolo della lezione ripropone gli stessi elementi di Panoramica delle lezioni, nell’ordine:

  • immagine significativa delle lezione,
  • titolos,
  • sottotitolo.

Rispetto alla panoramica, viene aggiunta una didascalia all’immagine.

Parte di contenuto

5. Parte di contenuto

Consente di sviluppare e proporre il contenuto vero e proprio della lezione, suddiviso in parti.

Oltre al titolo sono presenti:

  • testo di paragrafo,
  • frecce di collegamento,
  • caselle di testo per costruzione di mappe concettuali.

Maggiori dettagli in: Testo di supporto alla spiegazione.

Media

6. Media

Supporta l’inserimento di immagini, video ed altri media, come testi navigabili, documenti ecc.

A destra, se opportuno possono essere inseriti:

  • data o periodo di riferimento,
  • concetto chiave, titolo del media,
  • descrizione o didascalia.

Il testo di supporto alla spiegazione

Anche se mi è davvero difficile addurre a ciò delle convincenti e spiegazioni pedagogiche, sostengo – o almeno mi piace pensarlo – che il docente sia l’attore fondamentale della lezione; pertanto si: il testo della presentazione è solo un contenuto di supporto alla spiagazione.

Il riferimento è alla slide numero 5 del template.

Nel testo i concetti vengono esposti in forma immediata ed essenziale, tenendo conto dei seguenti aspetti:

  • Variazione del lessico ed utilizzo di lessico specifico, non solo riferito alla disciplina, ma anche all’esposizione generale.
  • Utilizzo di tutte le forme di interpunzione.
  • Utilizzo di diverse soluzioni grammaticali.
  • Flusso logico e collegamento dei concetti.

Per facilitare la comprensione del testo, senza rinunciare all’obiettivo di potenziare l’esposizione, utilizzo alcuni elementi di formattazione. Ad esempio:

  • Date o Periodi di tempo.
  • Nomi di personaggi.
  • Nomi di luoghi.
  • Concetti chiave.

I media utilizzati

Tengo fortemente a precisare che durante le mie lezioni non utilizzo media didattici, prodotti da altri docenti o content creator: in nessun caso. I media che integro alla mie presentazioni riguardano esclusivamente:

  • Documenti storici (testi, immagini, video).
  • Mappe storiche, incorporate dall’atlante storico Geacron o prelevate da altre librerie di cui probabilmente vi parlerò in un altro articolo.
  • Immagini di opere d’arte.
  • Articoli di critica.

Documenti esterni

Durante la presentazione, mi capita a volte di ricorrere all’utilizzo di file esterni per integrare la lezione con documenti, fonti ed altre risorse (ancor più nelle lezioni di letteratura italiana). In questo caso li richiamo all’interno della presentazione, utilizzando un link esterno: ciò mi permette di aprirli e navigarli direttamente attraverso i pulsanti del mio telecomando per mostrarli alla classe, senza dover tornare al computer.

Software ed altri aspetti tecnico-didattici

Non utilizzo i tradizionali software di presentazione: nessun PowerPoint, nessun Keynote… niente Prezi. La mia scelta ricade su un linguaggio più flessibile e soprattutto accessibile, ovvero l’HTML. Questo approccio offre molteplici vantaggi, specialmente considerando il mio handicap visivo: mi consente infetti, in parole molto semplici, di inserire contenuti senza vedere, offrendo ai miei alunni presentazioni ad alto impatto visivo.

Sostengo tuttavia che ancor prima dell’impatto visivo, gli alunni debbano abituarsi ad acquisire padronanza con il testo: in assenza di bisogni speciali, infatti, l’abuso di schemi, mappe concettuali, elenchi ecc. in una disciplina come la Storia, potrebbe inibire, nel tempo, le capacità di comprensione, lo sviluppo di un lessico appropriato, nonché favorire la persistenza di lacuna in ambito ortografico e grammaticale. Approfondirò di certo questo mio pensiero in altra sede: ora basti sapere che questa prospettiva ha influito molto anche sul lato tecnico.

Come fa tutto questo a supportare il mio handicap visivo? L’HTML è notoriamente un linguaggio di markup che rispetta gli standard di accessibilità. Questo significa che posso personalizzare le mie presentazioni in modo che siano accessibili a me stesso e ai miei alunni, indipendentemente dalle sfide visive che potremmo incontrare. Inoltre, questo approccio mi permette di condividere i contenuti in maniera estremamente semplice: ad esempio attraverso un singolo link che può contenere al suo interno diversi parametri, come, ad esempio, un filtro di contenuti orientato ad alunni con programmazione semplificata. All’interno delle slide è presente un pulsante che attiva una sintesi vocale interna per facilitare la lettura ad alunni con Dislessia, ma anche a coloro che semplicemente apprendono meglio ascoltando il testo.

Nel tempo, sin da quando ero studente, ho costruito una sorta di archivio digitale multimediale che arricchisco di volta in volta da varie fonti. Questa banca dati comprende video, immagini, testi, documenti storici, tutti rigorosamente e puntualmente descritti che utilizzo e riutilizzo di volta in volta, all’interno delle presentazioni proposte. Questi elementi hanno una duplice funzione.

  • Utilizzare la memoria visiva a supporto del processo di apprendimento.
  • Fornire fonti e prospettive sugli eventi studiati.

Quanto alle mappe concettuali, utilizzo le librerie JavaScript di Mermaid che consentono di inserire mappe semplicemente attraverso un linguaggio di markup che poi integro alla mia presentazione HTML.

Non mancano le animazioni: fondamentali per puntare il focus sulla spiegazione in corso.

Informativa sul trattamento dei dati personali ex artt. 13-14 Reg.to UE 2016/679

1. Destinatari della presente informativa

La presente informativa è rivolta a tutte le persone che accedono al sito mirkomontecchiani.com, di seguito definiti “utenti”.

2. Titolare del trattamento dei dati degli utenti, forniti volontariamente o involontariamente.

Mirko Montecchiani
Via della Polisena, 8 – 62011 Cingoli (MC) IT
Codice Fiscale: MNTMRK80H27E388M
mirkomontecchiani@gmail.com

3. Luogo di archiviazione e conservazione dei dati raccolti

Aruba S.p.a
Partita IVA: 01573850516
Località Palazzetto, 4 – 52011 Bibbiena AR.

4. Conformità del sito mirkomontecchiani.com al Reg.to UE 2016/679

Mirko Montecchiani, in qualità di Titolare del trattamento dei dati degli utenti, ai sensi e per gli effetti del Reg.to UE 2016/679 di seguito “GDPR”, con la presente informa che la citata normativa prevede la tutela degli interessati rispetto al trattamento dei dati degli utenti e che tale trattamento deve essere improntato ai principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti degli utenti. I dati raccolti verranno pertanto trattati in accordo alle disposizioni legislative della GDPR e degli obblighi di riservatezza ivi previsti.

5. Finalità generali del trattamento dei dati raccolti

I dati raccolti verranno trattati per le seguenti finalità, connesse all’attuazione di adempimenti relativi ad obblighi legislativi o contrattuali:

  • finalità necessarie ad accertare, esercitare o difendere un diritto in sede giudiziaria o ogniqualvolta le autorità giurisdizionali esercitino le loro funzioni giurisdizionali;
  • finalità di navigazione Evoluta o gestione dei contenuti personalizzata;
  • finalità inerenti l’esecuzione di un contratto di cui l’utente è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dall’utente stesso;
  • finalità di ricerche/analisi statistiche su dati aggregati o anonimi, senza dunque possibilità di identificare l’utente, volti a misurare il funzionamento del servizio, misurare il traffico e valutare usabilità e interesse.

6. Dettagli dei dati raccolti e della modalità con cui vengono trattati

Dati di Utilizzo

I sistemi software preposti al funzionamento del sito mirkomontecchiani.com acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet o è utilizzata per migliorare la qualità del servizio offerto. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate all’identità dell’utente, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano:

  • indirizzo IP o nome a dominio del dispositivo utilizzato dagli utenti che si connettono al servizio,
  • Indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste,
  • l’orario della richiesta al server,
  • il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server,
  • la dimensione del file ottenuto in risposta,
  • il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server,
  • informazioni sul browser utilizzato,
  • altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
  • Preferenze sui contenuti richiesti al sito loredanapiccolo.it

Questi dati vengono utilizzati per le seguenti finalità:

  • processare correttamente le richieste dell’utente
  • ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del servizio,
  • consentire ai sistemi software di adattare le interfacce al dispositivo in uso,
  • accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni di Loredana Piccolo  o di altri utenti.

Dati forniti volontariamente dall’utente

Di seguito sono elencati, in dettaglio, i dati che l’utente può fornire volontariamente al fine di utilizzare le funzionalità messe a disposizione dal servizio oggetto della presente informativa:

Dati forniti volontariamente per la creazione dell’Account utente, finalizzata all’erogazione di corsi di formazione, all’interno di questo sito web

  • Nome e cognome,
  • data di nascita,
  • indirizzo email,
  • recapito telefonico associato ad un account Whatsapp,
  • indirizzo di residenza o domicilio,
  • ogni altra informazione che l’utente vorrà fornire nell’apposita area dedicata alla biografia personale.
  • nome utente e password per l’accesso all’area personale.

Dati raccolti durante la richiesta di contatto

  • Nome e cognome,
  • ragione sociale o denominazione dell’organizzazione che eventualmente si rappresenta
  • indirizzo email,
  • recapito telefonico associato ad un account Whatsapp,
  • ogni altra informazione che l’utente vorrà fornire nell’apposita area dedicata alla biografia personale.

I dati forniti volontariamente dell’utente saranno trattati unicamente ai fini dell’erogazione dei servizi da lui stesso richiesti, mediante il sito mirkomontecchiani.com.

Invio di email

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi con dominio mirkomontecchiani.com o contenuti trasmessi attraverso formulari comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Come sopra, si assicura che anche tali dati saranno trattati unicamente ai fini dell’erogazione dei servizi mirkomontecchiani.com, nel rispetto dei principi enunciati al punto 5 di questa informativa.

7. Comunicazioni dei dati personali degli utenti a soggetti che operano nel contesto relativo al sito mirkomontecchiani.com

I dati personali degli utenti saranno comunicati esclusivamente a soggetti competenti e debitamente nominati per l’espletamento dei servizi necessari ad una corretta gestione del rapporto, con garanzia di tutela dei diritti dell’interessato. Nello specifico, i dati saranno trattati unicamente da personale espressamente autorizzato dal Titolare ed, in particolare, dalle seguenti categorie di addetti:

  • programmatori informatici,
  • amministratori di sistema,
  • addetti al marketing e alla comunicazione.

8. Trasmissione dei dati personali degli utenti a soggetti terzi che operano al di fuori del contesto relativo al sito loredanapiccolo.it

Di seguito sono elencati, in dettaglio, i dati che il sito mirkomontecchiani.com può fornire a soggetti terzi.

Dati forniti a Google

  • dati di Utilizzo,
  • cookies tecnici e di profilazione (vedere punto 12).

9. Diffusione dei dati personali degli utenti al di fuori dell’Unione Europea

Alcuni dati personali sono trasferiti a destinatari che si potrebbero trovare al di fuori dello spazio economico europeo.

Mirko Montecchiani assicura che il trattamento elettronico e cartaceo dei dati personali degli utenti da parte di suddetti destinatari avviene nel rispetto della normativa sopra indicata. I trasferimenti si basano alternativamente su una decisione di adeguatezza o sulle standard model clauses approvate dalla Commissione Europea.

10. Periodo di conservazione dei dati

Nel rispetto dei principi di liceità, limitazione delle finalità e minimizzazione dei dati, ai sensi dell’art. 5 del GDPR, il periodo di conservazione massimo dei dati personali raccolti è di 5 anni.

11. Diritti dell’utente, ai sensi del Reg.to UE 2016/679: Artt. 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22

L’utente ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. L’utente ha diritto di ottenere l’indicazione:

  • dell’origine dei dati personali;
  • delle finalità e modalità del trattamento;
  • della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
  • degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
  • dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

L’interessato ha diritto di ottenere:

  • l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
  • la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  • l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;
  • la portabilità dei dati.

L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

  • per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  • al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Gli utenti potranno quindi modificare in qualsiasi momenti i dati personali forniti attraverso le apposite interfacce software di gestione del proprio account, oppure, esercitare questo e tutti gli altri diritti previsti al presente punto contattando direttamente il titolare del trattamento, via email, utilizzando lo stesso indirizzo fornito in fase di registrazione.

12. Informativa estesa Cookie Policy

I software del servizio mirkomontecchiani.com installano cookies tecnici e cookies di profilazione sul dispositivo dell’utente al fine di rendere rendere l’esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo inviati dal sito al terminale dell’interessato (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito alla successiva visita del medesimo utente. Un cookie non può richiamare nessun altro dato dalla memoria permanente del dispositivo dell’utente, né trasmettere virus informatici o acquisire indirizzi email. Ogni cookie è unico per il web browser dell’utente. Alcune delle funzioni dei cookie possono essere demandate ad altre tecnologie.

Nella presente informativa, con il termine “cookie” si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

Per ulteriori informazioni sui cookies si invita l’utente a visitare il seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie

Cookie installati dal servizio mirkomontecchiani.com, attraverso il sito mirkomontecchiani.com

Cookie tecnici

I cookie tecnici vengono utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito. Possono essere suddivisi in:

  • cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); essi sono di fatto necessari per il corretto funzionamento del sito;
  • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso, al fine di migliorare le performance del sito;
  • cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti (più informazioni nel paragrafo Gestione dei cookie in basso).

Cookie di profilazione

I cookie di profilazione sono installati al fine di creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete.

Per l’utilizzo dei cookie di profilazione è richiesto il consenso dell’utente.

In caso di cookie di terze parti, il sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie e non può controllarli (non può né installarli direttamente né cancellarli). Puoi comunque gestire questi cookie attraverso le impostazioni del browser.

Durata dei cookie

I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza (o da un’azione specifica come la chiusura del browser) impostata al momento dell’installazione. I cookie possono essere:

  • temporanei o di sessione (session cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser;
  • permanenti (persistent cookie): sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l’utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser.

Gestione dei cookie

In rispetto alla GDPR, l’utente puòi modificare in qualsiasi momento il consenso ai cookie.
Il Titolare del trattamento terrà opportuna traccia del consenso dell’Utente attraverso un apposito cookie tecnico. L’Utente può negare il suo consenso o modificare in ogni momento le proprie opzioni relative all’uso dei cookie. Se l’utente ha inizialmente dato il consenso, può modificarlo inviando un’email al Titolare del trattamento.

Se è già stato dato il consenso ma si vogliono cambiare le autorizzazioni dei cookie, bisogna cancellarli attraverso il browser, perché altrimenti quelli già installati non verranno rimossi.

13. Comunicazioni all’utente in caso di attacchi al sistema

Mirko Montecchiani garantisce, come già scritto in precedenza, la tutela dei dati personali degli utenti interessati; tuttavia, nonostante il titolare adotti tutte le misure comprotamentali e tecniche possibili per garantire tale tutela, potrebbero verificarsi attacchi da parte di hacker malintenzionati, finalizzati alla violazione del sistema e all’acquisizione dei dati personali degli utenti.

In caso di tale violazione, il titolare provvederà ad avvertire le autorità competenti e l’utente sarà tempestivamente informato attraverso i recapiti forniti o comunque attraverso comunicazione pubblicata sulla homepage del sito.

14. Aggiornamento della presente informativa

Eventuali aggiornamenti della presente informativa e comunque, ogni eventuale modifica circa le vigenti condizioni relative al trattamento dei dati personali degli utenti sarà notificato agli utenti stessi con relativa richiesta di consenso.

Gli utenti potranno comunque consultare la presente informativa all’indirizzo mirkomontecchiani.com/privacy.