Un successo per l’audiodescrizione dell’opera lirica


Le esecuzioni della Traviata di sabato 1 Agosto e della Butterfly di Domenica 2, presso l’Arena Sferisterio di Macerata, sono state accompagnate dal servizio di Audiodescrizione. Il servizio, sperimentato per la prima volta in Italia, consente, com’è noto, a persone non vedenti e ipovedenti, oltre che ad ascoltare, di poter “vedere” l’opera lirica.

Il servizio è fondamentale, dal momento che la visione scenica riveste una funzione altrettanto importante dell’ascolto nella comprensione e nel godimento dell’Opera Lirica.

L’audiodescrizione avviene attraverso la dotazione di auricolari senza fili, per mezzo dei quali lo spettatore non vedente ascolta in diretta la descrizione, effettuata da uno speaker, dei costumi e dei principali movimenti scenici.

Tutto questo è stato reso possibile grazie ai finanziamenti del Gruppo Greenvision, della Sub-Ti di Londra e della Provincia di Macerata e al patrocinio concesso dall’Associazione “Arena Sferisterio”, dall’Università degli Studi di Macerata e dall’Amministrazione Comunale di Macerata.

Ma la gratitudine e l’apprezzamento più sentiti vogliamo esprimerli alla curatrice dei testi la Prof.ssa Elena Di Giovanni, alle sue collaboratrici Angela Baldassarri e Lucia Giachini e soprattutto alla voce calda e nel contempo professionale di Carla Lugli.

Condividi il post