Aiuto giovani ciechi e ipovedenti
ad essere inclusi nella società

A causa del mio handicap visivo, ho studiato, lavorato e coltivato le mie passioni
utilizzando Braille e tecnologie informatiche assistive.
Grazie alla mia esperienza sul campo, collaboro con realtà di tutto il mondo.

Un intenso percorso associativo e professionale

A.A. 2019/2020
Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

Master di I livello – Tecnologie per disabilità: l’adattamento e la lettura del (SSD: MPED03 – INF01)

Codice di lettura e scrittura Braille, Tecnologia informatica assistiva per l’informazione e strumenti e metodologie per l’accesso ai testi scolastici.

A.A. 2015/2016
Università degli studi di Torino

Seminario – Per una Matematica Accessibile e Inclusiva (SSD: INF01)
Department of Mathematics “Giuseppe Peano”

Gli interventi al seminario hanno trattato strumenti e strategie per lo studio della matematica, con particolare riferimento al software LAMBDA.

A.A. 2008/2009 – A.A. 2014/2015
Università degli studi di Macerata

Laboratorio Handicap e Sostegno 2 – modulo non vedenti (SSD: MPED03)
Corso di abilitazione per le attività di sostegno (Scuola dell’Infanzia e Scuola Primaria

Il laboratorio ha trattato i temi essenziali della tiflologia per l’inclusione scolastica, dal codice Braille alla tecnologia informatica assistiva.

A.A. 2012/2013
Università degli studi di Macerata

Exploring different abilities (SSD MPED03)
Master in Accessibility to media, arts and culture

Le lezioni hanno trattato aspetti relativi alla cecità legale in Europa e agli strumenti fondamentali per l’inclusione delle persone con disabilità visiva nella società.


Tesi assegnate

Indirizzo Scuola dell’Infanzia

Impiego di tecnologia informatica assistiva in ambito tiflodidattico

  • Il cloud computing come nuova frontiera della tifloinformatica
  • Screen reader a confronti: Windows, IOS/OSX e Debian

Audiolibri e testi digitali

  • Il centro di trascrizione di Ascoli Piceno, una realta innovativa per l’accesso all’informazione da parte di alunni non vedenti e ipovedenti nelle Marche
  • Prassi e metodi di valutazione per la prescrizione di testi a caratteri ingranditi
  • Dalla carta all’MP3: procedure e didattica del sistema integrato OCR+TTS
  • Lo standard DAISY per l’adattamento del materiale didattico nella Scuola Primaria

La figura dell’alunno con disabilità visiva nel processo di creazione di contesti inclusivi

  • La comunicazione scritta tra l’insegnante e l’alunno non vedente
  • Il ruolo odierno degli istituti speciali in Italia
  • Sviluppo dell’autonomia personale dell’alunno non vedente: ruolo e strumenti del metodo Montessori
  • I non vedenti e lo studio della matematica: storia e prospettive future
  • Braille e alunni ipovedenti: valutazioni tiflodidattiche
  • Mille puntini in un computer: studio sul nuovo ruolo del Braille nella tecnologia digitale
  • I nuovi ausili per l’ipovisione: dalle lenti alla tecnologia digitale
  • Autismo e monorazione visiva: quali soluzioni?

Procedure di intervento educativo e realizzazione di ausili tiflodidattici

  • Totem Sensoriale: studio di un progetto pilota per l’integrazione e la sensibilizzazione degli alunni della Scuola Primaria all’esplorazione dell’arte attraverso tutti i cinque sensi
  • Il cubo del binomio: Metodo Montessori e disabilità visiva nella scuola dell’infanzia
  • Educare l’alunno non vedente alla proiezione ortogonale
  • L’opera d’arte tattile: educare ad interpretare
  • L’arte a portata di mano: il metodo Munari come strumento per l’integrazione in classe tra alunni vedenti e nonvedenti
  • Democrazia a tavola: realizzazione di un menù in braille nel contesto scolastico
  • Didattica della lingua inglese per alunni non vedenti della Scuola Primaria: esempio di realizzazione di una grammatica attraverso il Braille e il disegno a rilievo
  • Guida sensoriale della Provincia di Macerata: uno strumento di integrazione in classe
  • L’educazione al bello nel bambino nonvedente
  • Una proposta didattica per la propedeutica del Braille nella Scuola Primaria
  • Nonvedenti alla scoperta del territorio: realizzazione di una mappa tattile in classe
  • L’alunno non vedente, gli ausili e i compagni di classe: studio sull’impatto emotivo e psicologico sui compagni di classe dell’alunno nonvedente
  • La didattica della Dattilobraille
  • Orienteering: uno sport per l’integrazione e l’inclusione scolastica
  • Il Goalball come strumento di integrazione tra alunni vedenti e non vedenti
  • Conoscere la carta: una proposta didattica per un gruppo classe con uno o più alunni non vedentiì
  • Laboratorio creativo come contesto riabilitativo per alunni non vedenti
  • Adattare il gioco dell’oca: un’esperienza di integrazione per alunni non vedenti all’intero gruppo classe
  • La fattoria didattica come strumenti di riabilitazione per alunni con disabilità visiva
  • Una giornata con l’amico cavallo: riabilitazione equestre e disabilità visiva

Indirizzo Scuola Primaria

Impiego di tecnologia informatica assistiva in ambito tiflodidattico

  • Strumenti propedeutici all’impiego di tecnologia informatica assistiva nella Scuola dell’Infanzia
  • Il cloud computing come nuova frontiera della tifloinformatica

Audiolibri e testi digitali

  • Educazione all’ascolto quale attività propedeutica necessaria alla lettura tramite  sintesi vocale
  • I suoni della natura: tecniche per la creazione di libri multimediali

La figura dell’alunno con disabilità visiva nel processo di creazione di contesti inclusivi

  • La rappresentazione mentale del mondo nel bambino non vedente
  • Mobilità in classe: realizzazione e lettura di una mappa tattile dell’aula

Procedure di intervento educativo e realizzazione di ausili tiflodidattici

  • La fiaba tattile nella Scuola dell’Infanzia: teorie pedagogiche e metodi di realizzazione
  • I personaggi di Pinocchio: una proposta propedeutica al Braille per la Scuola dell’Infanzia
  • Il viaggio di Gocciolina: alla scoperta del ciclo dell’acqua attraverso tavole tattili e lettura tramite audiolibro
  • Stagioni sotto le dita: tavole tattili per la didattica nella Scuola dell’Infanzia
  • Il piano in velcro quale strumento propedeutico alla rappresentazione grafica
  • Strumenti per la rappresentazione grafica per alunni ipovedenti e non vedenti nella Scuola dell’Infanzia
  • Il museo delle bambole di Bolognola: una proposta didattica per alunni non vedenti e ipovedenti
  • Strumenti compensabivi e strumenti sostitutivi nel processo educativo dell’alunno ipovedente.

Dal 1989 sono iscritto all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti: un riferimento per orientare i miei genitori a fronteggiare le difficoltà legate alla mia disabilità visiva.

Quando mi sono iscritto all’Università, il sostegno dell’UICI mi ha permesso di affrontare efficacemente i miei studi. Durante gli anni universitari, persone straordinarie si sono interessate ai miei problemi, facendoli propri: non li risolvevano, ma mi indicavano la strada per risolverli! Mi hanno aiutato a crescere, a conquistare la mia indipendenza personale; mi hanno fatto capire quant’è ricco il nostro mondo, ma di una cosa in particolare mi sento di ringraziarli con tutto me stesso: di avermi trasmesso il loro amore e la loro passione per quello che facevano.

Ruoli e Incarichi

  • Vicepresidente della Sezione Provinciale di Macerata (2017-2019) con delega per ausili e tecnologie informatiche assistive.
  • Consigliere della Sezione Provinciale di Macerata (2015-2017) con delega per ausili e tecnologie informatiche assistive.
  • Presidente della Sezione Provinciale di Macerata (2010-2015) (Leggi la relazione di fine mandato)
  • Membro del Consiglio Regionale UICI Marche (2010-2015)
  • Coordinatore nazionale dell’International Camp on Communication and Computer (2009-2013)
  • Responsabile regionale giovani del Consiglio Regionale Marche (2007-2010)

Dal 4 giugno 2018 non svolgo più attività presso l’IRIFOR.

Leggi l’articolo Addio alla formazione online di IRIFOR Macerata.

La mia attività in IRIFOR Macerata è iniziata nel 2005 con la prima docenza informatica in tecnologia assistiva a persone con disabilità visiva.

Da allora ho effettuato attività analoghe sino al 2010 quando ho assunto la carica di Presidente, fino al 2015. Da maggio 2015, fino a maggio 2018 ho ricoperto la carica di Direttore.

Da amministratore, insieme al mio staff, ho dato vita ad una serie di servizi destinati sia ad utenti con disabilità visiva, sia a professionisti che operano nel campo della tiflologia. I più significativi:

  • Piattaforma IRIFOR e-Learning: prima piattaforma e-learning in Italia interamente dedicata alla formazione professionale in Tiflologia.
  • Software TellMeWhat: primo software al mondo che consente di audiodescrivere video via TTS.

Visita IRIFOR Macerata per tutti i dettagli

  • Dal 2007 ad oggi ho organizzato 4 scambi internazionali in Italia, finalizzati alla formazione in ambito tiflologico di giovani studenti universitari con disabilità visiva (Swimming in the light nel 2007, Building Trust nel 2008, Together for VIEWS e Technologies for social inclusion nel 2011). Inoltre sono stato group leader a 17 scambi e progetti analoghi che hanno avuto luogo in Spagna, Francia, Inghilterra, Grecia, Malta, Israele, Belgio, Germania, Slovenia, Austria, Svezia, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania e Lettonia.
  • Dal 2009 al 2012 sono stato coordinatore per l’Italia dell’International Camp on Communication and Computer, una delle iniziative di maggior erilievo per la formazione in materia di tecnologia informatica assistiva rivolta a studenti con disabilità visiva.
  • Sono stato membro dell’associazione internazionale VIEWS (2007-2012) con la quale ho partecipato a numerose iniziative in ambito internazionale, volte a favorire l’integrazione dei giovani con disabilità visiva. Nel 2012 ho lasciato VIEWS per dare spazio ad altri giovani.
  • Dal 2011 al 2014 sono stato membro della Commissione Internazionale per le Politiche Giovanili dell’European Blind Union.
  • Il 4 marzo 2015 ho tenuto una relazione dal titolo TellMeWhat: Audio Description Multimedia Education for Visually Impaired, presso la CSUN 2015 (San Diego – California).

Ultime

Master UNIMORE 2019

Al lavoro per completare le lezioni del master in “Tecnologie per disabilità: l’adattamento e la lettura del testo” che verrà erogato dall’Università di Modena e…
Leggi tutto