Il mongolo

Avrò ascoltato questa canzone almeno cento volte: in macchina con mio padre, a casa, in giro… senza mai riuscire veramente a comprenderne il significato.

L’ho riascoltata ieri: era in mezzo ad una random playlist che avevo messo mentre passavo l’aspirapolvere.

Un anno di insegnamento, trascorso in mezzo ai ragazzi, ha reso tutto molto chiaro! Invito i colleghi prof ad ascoltarla, almeno una volta, prima di prendere parte a corsi super specializzati sulla gestione della classe e sul rapporto con gli alunni.

Condividi il post