4000 volte grazie da IRIFOR Macerata

Come noto, IRIFOR Macerata eroga servizi formativi online, finalizzati a favorire l’inclusione di persone con disabilità visiva, in particolare nella sfera scolastica.

Il nostro primo corso sperimentale in Tiflologia per l’inclusione scolastica ha avuto luogo nel 2012, frutto di un’intensa attività di analisi dei bisogni e ricerca di soluzioni didattiche appropriate. Nel tempo, abbiamo diversificato la nostra attività formativa per cercare di renderla sempre più specifica e rispondente alle esigenze degli utenti; abbiamo implementato strumenti didattici innovativi per offrire un’esperienza formativa coinvolgente e fruito della collaborazione di docenti tra i maggiori esperti dei vari settori tiflologici.

Fin dall’inizio del nostro cammino, abbiamo sempre lavorato con la consapevolezza che la disabilità visiva non si può far conoscere attraverso slogan, opuscoli o altre trovate d’effetto, ma attraverso percorsi formativi specifici da proporre alle scuole e alle università (affinché i nostri alunni siano sempre più inclusi nei percorsi didattici curriculari), alle aziende (affinché le potenzialità di ciechi e ipovedenti li rendano competitivi nel mondo del lavoro), al personale sanitario (affinché ciechi e ipovedenti siano adeguatamente assistiti), ad architetti ed ingegneri (affinché gli spazi siano a misura di tutti).

Siamo stati pionieri nella formazione online sulle tematiche tiflologiche e per tale ragione, il nostro percorso non è stato privo di ostacoli, ma grazie ai vostri pareri, ai vostri suggerimenti e soprattutto alla vostre critiche costruttive, abbiamo compiuto notevoli passi avanti.

Per questo possiamo affermare con estrema soddisfazione che IRIFOR Macerata siete in realtà tutti voi: persone che hanno deciso di conoscere più a fondo la disabilità visiva per far si che i ciechi e gli ipovedenti possano vivere in un “mondo” più inclusivo, ciascuno in base alle sue esperienze di vita, al suo contesto sociale e professionale.

Avete creduto nel nostro percorso da pionieri e nei nostri obiettivi, continuando a sostenerci e a consigliare i nostri servizi, anche quando non tutto è andato bene. Avete avuto una visione a lungo termine e per questo desideriamo dirvi grazie!

4000 volte grazie perché dall’inizio del nostro percorso abbiamo formato circa 4000 persone, sia attraverso i nostri corsi pilota, sia attraverso i nostri corsi smart.

L’edizione 2018 del corso di formazione online in Nuova Tiflologia per l’Inclusione Scolastica, le cui iscrizioni si chiudono in data odierna, è stata una delle edizioni più partecipate di sempre, a prova del fatto che il nostro lavoro è apprezzato da tutti voi.

Per ricambiare la vostra riconoscenza, abbiamo investito i proventi derivanti dalle iscrizioni ai corsi in attività di ricerca per sviluppare nuovi servizi finalizzati all’inclusione di persone con disabilità visiva. Potete trovare tutte le informazioni su www.iriformc.it.

Vi auguriamo buone feste, con tutto il cuore!

Lo staff IRIFOR Macerata

Al via l’edizione 2018 del corso di formazione e aggiornamento professionale in Nuova Tiflologia per l’Inclusione Scolastica

L’edizione 2018 del corso di formazione online in Nuova Tiflologia per l’Inclusione Scolastica, erogato dall’IRIFOR di Macerata, ha avuto inizio lunedì 4 dicembre 2017, confermando la partecipazione di sempre.

58 iscritti tra docenti curriculari e di sostegno, assistenti all’autonomia, genitori di alunni con disabilità visiva, educatori e pedagogisti avranno la possibilità di seguire un percorso formativo completo e di alta qualità, fatto di contenuti multimediali e attività laboratoriali che fornirà loro tutte conoscenze e le competenze necessarie a progettare ed attuare percorsi formativi inclusivi per alunni e studenti con disabilità visiva (ciechi e ipovedenti).

Il corso beneficia dell’accreditamento MIUR, ai sensi della DM 170/2016 e tratterà i seguenti aspetti:

  1. Integrazione dei ciechi e degli ipovedenti in Italia (dal 1918 ad oggi).
  2. Caratteristiche generali della minorazione visiva.
  3. Panoramica legislativa in materia di inclusione scolastica.
  4. Cecità e ipovisione in età evolutiva.
  5. Codice di lettura e scrittura Braille.
  6. Strumenti ed ausili per l’inclusione scolastica di alunni con disabilità visiva.
  7. Tecnologia informatica assistiva per la disabilità visiva.
  8. Orientamento e mobilità.
  9. Trascrizione e adattamento dei testi scolastici.
  10. Audiodescrizione digitale di materiale didattico.

Poiché non sono previste ulteriori edizioni del corso, IRIFOR Macerata ha deciso di prorogare le iscrizione al giorno 16 dicembre 2017. Chiunque desideri prendere parte al corso, può dunque collegarsi al link https://www.iriformc.it/as018.

Per qualsiasi altra informazione visitare il sito dell’IRIFOR di Macerata www.iriformc.it.

Vince la didattica: il concorso DidaSmart per l’Anno Scolastico 2017-2018

Concorso rivolto alla Scuola Primaria e alla Scuola dell’Infanzia

Anno Scolastico 2017-2018

Scarica il regolamento

Qual è l’obiettivo di questo concorso?

Invitare i docenti a caricare i propri contenuti didattici proponendo in cambio risorse economiche per la propria Scuola; la piattaforma DidaSmart potrà così divenire un importante punto di riferimento – sempre gratuito – per tutti i docenti italiani.

DidaSmart non acquisisce i diritti d’autore delle risorse caricate che restano di proprietà del docente.

Come funziona il concorso?

Il concorso si apre il 4 dicembre 2017 e avrà termine il 31 maggio 2018.

Prevede l’assegnazione dei seguenti premi:

  • 1° Premio: 500,00 €,
  • 2° Premio: 200,00 €,

I premi verranno assegnati ai Plesso che tramite i propri docenti, alla data del 31 maggio 2018, avrà caricato su DidaSmart il maggior numero di risorse didattiche.

Quando un docente carica una risorsa didattica, il sistema chiede di inserire il codice meccanografico del Plesso per cui si desidera concorrere. In questo modo, il sistema assegnerà automaticamente al Plesso la risorsa didattica caricata dal docente.

Per essere ammessi al concorso i plessi dovranno raggiungere la soglia minima complessiva di 120 risorse didattiche caricate.

Cosa si intende per risorsa didattica?

Una risorsa didattica è l’insieme di materiali e risorse finalizzate ad un obiettivo formativo.

Per maggiori informazioni visitare www.didasmart.it/docs/guideline.

Chi può partecipare al concorso?

Possono partecipare al concorso docenti di Scuola dell’Infanzia o di Scuola Primaria, di ruolo o con incarico a tempo determinato.

I docenti concorrono per il Plesso ove prestano servizio. Se un docente presta servizio in più Istituti o in pIù plessi di un Istituto, può decidere di volta in volta di indicare uno dei relativi codici meccanografici durante il caricamento delle risorse didattiche.

Come prendere parte al concorso?

Passo 1: Diventa un utente DidaSmart

I docenti che desiderano concorrere per il proprio Plesso debbono diventare utenti DidaSmart, creando un loro profilo personale sulla piattaforma.

Per registrarsi a DidaSmart utilizzare il seguente link: www.didasmart.it/registrazione. Il tempo richiesto per la registrazione è di circa 5 minuti.

La registrazione del profilo permetterà ai docenti, oltre che partecipare al concorso, anche di utilizzare gratuitamente le risorse didattiche caricate dai propri colleghi.

Passo 2: Carica risorse didattiche

Accedere a DidaSmart con le credenziali scelte in fase di registrazione e procedere al caricamento delle proprie proposte didattiche, facendo click su Carica un lavoro.

Al momento del caricamento, verrà richiesto il codice meccanografico del Plesso per cui si desidera concorrere.

Passo 3: Vinci per la tua scuola!

Il Concorso si concluderà in data 31 maggio 2018.

In data 4 giugno 2018 sul sito della piattaforma DidaSmart (www.didasmart.it) verranno pubblicati i risultati ufficiali del concorso.

Nel contempo, la direzione DidaSmart contatterà gli Istituti vincitori del Primo e del Secondo premio, tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata presente nell’anagrafica del MIUR.

Il contenuto dell’email sarà il seguente:

  1. Proclamazione della vincita
  2. Plesso vincitore
  3. Elenco dei lavori caricati
  4. Form per la fornitura dei dati dell’Istituto e delle coordinate bancarie su cui verrà effettuato il pagamento.

Chi devo contattare in caso di dubbi?

In caso di dubbi o richieste di chiarimento visita il link www.didasmart.it/assistenza.

Stay Updated: nuova metodologia per l’insegnamento dell’Informatica ad alunni con disbilità visiva

Presentazione dell’attività formativa
di Mirko Montecchiani

Al via la seconda edizione del corso di informatica e tecnologia assistiva peer-to-peer denominato Stay Updated, per l’inclusione scolastica degli alunni ciechi e ipovedenti, soci dell’UICI di Macerata.

Il corso di formazione, a loro dedicato, ha avuto inizio il 20 ottobre scorso e terminerà il 18 novembre.

Si tratta di un percorso formativo innovativo, progettato e realizzato per far fronte ai bisogni specifici dei piccoli utenti, attraverso un’attenta e rigorosa analisi preliminare del background individuale e lezioni peer-to-peer erogate da docenti specializzati.

Alle lezioni individuali prenderanno parte anche gli insegnanti di sostegno e gli assistenti all’autonomia, incaricati a seguire l’alunno nel corrente anno scolastico affinché possano acquisire adeguati strumenti per rendere il suo percorso formativo fruttuoso ed inclusivo.

Il corso è stato interamente finanziato da IRIFOR Macerata, con risorse proprie.

Analisi dei bisogni
di Emanuela Storani

Nella nuova prospettiva avanzata dalla classificazione ICF, il corso di tifloinformatica deve costruire un ponte fra il “funzionamento” degli studenti e la loro “partecipazione” alle “attività” scolastiche, diventando il loro migliore alleato per prendere parte pienamente al processo educativo.

L’analisi dei bisogni formativi è stata effettuata attraverso valutazioni funzionali e colloqui con gli studenti non vedenti e ipovedenti nel loro setting abituale di studio, principalmente la scuola o il domicilio. Gli insegnanti e/o i genitori hanno evidenziato le criticità e i punti di forza del programma educativo-didattico, indicando la necessità di trovare risorse, opportunità e istruzioni per l’uso di ausili e tecnologie assitive.

Nello specifico le esigenze funzionali di ogni studente, così come emerse dall’analisi di ogni singolo Profilo Dinamico Funzionale, hanno evidenziato la necessità di ricorrere al supporto di una o più Tecnologie Assistive (soprattutto computer o tablet). Ad esempio il passaggio dal libro di testo cartaceo a quello digitale oltre a competenze psico-cognitive richiede l’acquisizione di abilità per l’utilizzo del tablet, nello specifico trovare le pagine, sottolineare, scrivere brevi note, ecc.

Gli insegnanti e gli assistiti educativi sono stati coinvolti attivamente nell’uso delle nuove tecnologie scardinando procedure viziate dalla consuetudine o dalla riproduzione di modelli consolidati.

In questo modo le tecnologie assistive grazie al lavoro degli esperti di tifloinformatica sono diventati la chiave di volta di un processo educativo, moderno ed efficace, che si rivolge individualmente agli studenti disabili visivi.

Uno degli obiettivi principali e supportare e aiutare la piena partecipazione degli studenti al processo di apprendimento, sia permettendo loro di superare il danno o la menomazione, sia superando le barriere create dalle tradizionali metodologie educative.

Il corso di tiflloinformatica sta diventando uno degli elementi più rilevanti per la realizzazione di una pedagogia veramente inclusiva.

Intervento formativo peer-to-peer
di Antonino Cotroneo e Maurizio Gabelli

In età scolare, l’utilizzo del computer e dei dispositivi mobili come tablet e smartphone ha ormai assunto un ruolo strategico e determinante. Tra i tanti vantaggi apportati dalla tecnologia, troviamo la possibilità di gestire in autonomia i propri libri di testo, fare ricerche su internet, svolgere compiti e organizzare il proprio ambiente di lavoro in cartelle ben ordinate, dove riporre testi, esercizi, letture ed approfondimenti.

Significa, inoltre, avere a disposizione (nella stessa modalità dei propri compagni e con tempi di produzione assai ridotti) materiale da leggere, elaborare e studiare attraverso tecnologie assistive come screen reader, software videoingrandente e, laddove sia possibile, di un display braille. Per l’utilizzo competente di tali strumenti (siano essi computer, tablet o smartphone) in ambiente didattico, va prevista una fase di acquisizione di competenze specifiche attraverso un percorso che, idealmente, parte dai primissimi anni della scuola elementare e accompagna gli alunni fino all’università.

Maggiore è la complessità di richieste, maggiori dovranno essere le competenze possedute, così come gli obiettivi da perseguire, frutto di un lavoro organico e programmatico, che appunto inizia nei primi anni della scuola elementare e diviene, via via che mutano e si intensificano le esigenze didattiche, sempre più specifico e approfondito. In questo percorso, la figura del tifloinformatico da forma, accompagna e monitora le varie fasi che si susseguono e, laddove ce ne sia bisogno, interagisce con le figure educative di riferimento (assistenti alla comunicazione, insegnanti di sostegno, insegnanti curriculare, genitori), attraverso consulenze relative agli aspetti tecnici, strumentali e metodologici oppure, comunemente, relative all’accessibilità delle soluzioni adottate. Peculiarità di un lavoro, queste, che si perdono inevitabilmente all’interno dei soliti format dei corsi di formazione per disabili visivi, dove solitamente si è alle prese con gruppi di discenti estremamente eterogenei, caratterizzati perlopiù da modalità operative e competenze estremamente differenziate, oltre che da caratteristiche tipiche di funzionamento.

La proposta di IRIFOR Macerata, basata sul rapporto peer to peer, permette al formatore di dedicarsi totalmente alle singole esigenze del discente che si ha davanti, interagendo con più efficacia sulle competenze da acquisire e, di fondamentale importanza, da generalizzare al contesto didattico attraverso il counseling diretto e contestuale con le figure educative di riferimento.

Consegnato il primo diario scolastico per alunni non vedenti

Lunedì 9 Ottobre, l’UICI di Macerata, insieme all’IRIFOR di Macerata hanno avuto il piacere di partecipare alla realizzazione di un progetto che rafforza l’idea di inclusione.

Ci siamo uniti alla Polizia di Stato nella sua consueta iniziativa di sensibilizzazione dei bambini alla legalità e ai principi della costituzione, nell’ottica di stabilire con le nuove generazioni un contatto di fiducia che influenzi il loro futuro di cittadini.

Durante l’iniziativa, ai bambini è stato consegnato un diario scolastico con tanti suggerimenti utili, insegnamenti sulla vita in comune e informazioni relative al lavoro della Polizia.

Nell’ambito di tale iniziativa, l’IRIFOR di Macerata ha realizzato una versione tattile del diario della Polizia, distribuita ad un’alunna cieca assoluta.

Il diario realizzato ha le seguenti caratteristiche:

  • Testi in Braille e testi in nero.
  • Scheda giornaliera in Braille, con apposito spazio per l’inserimento dell’orario scolastico e dei compiti.
  • Immagini tattili e immagini in nero.
  • Fogli ad anelli per una facile gestione delle schede.
  • Appositi segnalibri tattili, realizzati tramite stampa 3D.

Adesso tutti i compagni potranno utilizzare lo stesso mezzo per l’organizzazione del lavoro scolastico e ridere insieme dei fumetti in esso contenuti, indipendentemente dalla possibilità di vederli.

Può sembrare una piccola cosa, ma una personale agenda di carta, un mezzo quotidiano per molti, per una persona non vedente non esisteva fino ad ora.

Ringraziamo la Questura di Macerata per aver preso contatti con noi, poiché ciò ci ha permesso di fare in modo che il diario fosse consegnato a tutta la classe.

Da questa prima esperienza, l’IRIFOR di Macerata sta valutando la possibilità di produrre un diario scolastico in serie, fruibile da alunni con disabilità visiva, versatile ed inclusivo, per renderlo presto disponibile nel nostro shop online.

Articolo ufficiale della Polizia di Stato.

I corsi di IRIFOR Macerata, ora su SOFIA!

A partire da oggi, i corsi di formazione (online e in presenza) erogati dalla sede operativa IRIFOR di Macerata sono ufficialmente disponibili all’interno della piattaforma nazionale S.O.F.I.A. (Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento de docenti), raggiungibile al seguente link www.istruzione.it/pdgf, in quanto la sede operativa IRIFOR di Macerata è ora ufficialmente accreditata al Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per l’erogazione di servizi formativi al personale docente, ai sensi del D.M. 170/2016.

Attraverso il seguente link: www.formazione.iriformc.it, è sempre possibile iscriversi gratuitamente per restare informati sulle nuove opportunità formative e su tutte le altre iniziative di aggiornamento legate al mondo dell’inclusione di soggetti con disabilità visiva. La formazione e la ricerca continuano ad essere pilastri centrali dell’I.Ri.Fo.r che, dalla sede centrale alle sedi operative locali, continua ad offrire servizi fondamentali per tutti i docenti ed operatori che lavorano nel mondo della scuola.